ESCLUSIVA TJS - Matteo Scozzarella: "Se lascio Bergamo chiamo Castellammare... "

17.07.2012 08:58 di Ciro Novellino  articolo letto 2617 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA TJS - Matteo Scozzarella: "Se lascio Bergamo chiamo Castellammare... "

Braglia di lui disse che aveva il talento ed i mezzi tecnici per sfondare anche in Serie A. Parliamo del centrocampista Matteo Scozzarella, classe ’88, tornato all’Atalanta dopo il prestito della scorsa stagione alla Juve Stabia. La redazione di TuttoJuveStabia.it l'ha raggiunto in esclusiva.

Da appena pochi mesi si è chiusa la tua avventura a Castellamare. Una stagione dove hai racimolato 27 presenze e siglato anche 4 reti. Che anno è stato per te?
"Per me è stata una bella stagione. Abbiamo fatto un gran campionato. Ho incontrato persone che mi volevano bene a partire dai presidenti Giglio e Manniello fino al responsabile dell’area tecnica Di Somma ed allo staff e alle persone che mi giravano intorno. Ho avuto la fortuna di avere dei compagni fantastici e quindi sia a livello personale che di squadra è stato un anno pieno di soddisfazioni".

La tua prima rete in campionato arrivò addirittura contro il Pescara che ha poi vinto il campionato....
"E’ stato bello a livello personale segnare quel goal perché comunque era la mia prima marcatura. Se poi ci mettiamo che l'ho segnato in casa e sotto la nostra curva, si capisce perchè è una rete che mi tengo stretta e la lego ad uno dei più bei ricordi di un'annata che mi ha dato emozioni forti. Inoltre, in quel momento venivamo da un periodo non bellissimo e quel risultato ci ha dato fiducia e ci ha fatto capire che comunque potevamo stare in questa categoria così come in seguito abbiamo dimostrato disputando un campionato di alta classifica".

Ora sei tornato a Bergamo, ci resterai?                                                                                                     
"Si sono qui. Con la società e il Direttore Marino non ho ancora parlato e se ci sarà qualcosa me lo diranno sicuramente entro il termine del ritiro. Sicuramente questa è una grande occasione. Ce la sto mettendo tutta per fare bene e guadagnarmi un pò di spazio".

Vista la tua stagione avrai sicuramente ricevuto proposte da altre squadre di Serie A o Serie B?                                "Sinceramente è capitato a metà giugno di parlare con il Direttore Marino e qualcosina c’era, però la speranza è quella di ritagliarmi uno spazio all'Atalanta. Se la società magari pensa di volermi cedere allora mi guarderò intorno".

Non è che giovedì ti rivediamo pronto per la partenza per il ritiro con la Juve Stabia?
"Questo non lo so, per il ritiro di giovedì la vedo difficile perché comunque penso di terminarlo qua con l’Atalanta".

Porta comunque aperta....
"
Guarda ti posso dire che a fine anno scorso mi è stato chiesto se mi sarebbe piaciuto ritornare e io ho detto che sicuramente mi avrebbe fatto piacere perché sono stato bene con tutti. Da parte mia c’è grossa stima nei confronti di Castellammare e della Juve Stabia. Ovviamente spero di rimanere a Bergamo ma se mi diranno vai a giocare io non ci penserò due volte a ricercare la Juve Stabia e parlare con chi di dovere per tornare".

A Bergamo hai ritrovato un'altro beniamino dei tifosi stabiesi Riccardo Cazzola...
"Quando arrivi in un posto nuovo senti imbarazzo e il fatto di conoscere Riccardo mi ha aiutato ad ambientarmi più facilmente. Siamo stati insieme diversi giorni, abbiamo chiacchierato ed è stato bello ritrovarlo".

Un saluto ai tifosi stabiesi?
"Un abbraccio enorme a tutti perché mi hanno fatto sentire uno di loro da subito, dal ritiro alle prime partite, senza dimenticare Castellammare come città e tutte le persone che mi sono state vicine. Faccio un in bocca al lupo a tutti e penso che sicuramente i ragazzi non faranno rimpiangere ciò che di ottimo è stato fatto l’anno scorso".

A presto allora..
"Ci rivediamo presto. Non so ancora in che veste, ma ci rivediamo a Castellammare".