Zito: "Bisogna stare tutti uniti per fare del nostro meglio. Domenica volevo una bombola d'ossigeno"

 di Ciro Novellino  articolo letto 519 volte
© foto di Prospero Scolpini/TuttoLegaPro.com
Zito: "Bisogna stare tutti uniti per fare del nostro meglio. Domenica volevo una bombola d'ossigeno"

Antonio Zito continua: Calendario difficile? Anche lo scorso anno il calendario poteva essere complicato all’inizio, ma dobbiamo affrontarle tutte prima o poi quindi non deve essere un problema. Novara? Andremo lì per fare del nostro meglio e rifarci delle difficoltà incontrate in queste tre gare. Non posso pensare però che quando ci sono i problemi siamo da soli e quando le cose vanno bene, come lo scorso anno, quando Sau metteva la palla all’incrocio, tutti salgono sul carro dei vincitori. Voglio esserci nei momenti di difficoltà e in quelli di gioia.  Marco andava in profondità e creava scompigli. Oggi abbiamo attaccanti con altre caratteristiche e con gli esterni che abbiamo possiamo fare arrivare palle al centro per fare gol e se queste arrivassero, Sasà farebbe tanti gol. Problema tecnico? Non è cambiato niente, forse il problema è mentale ma è ancora presto per dirlo. Gli ci conoscono meglio ma, per quanto mi riguarda, posso dire di non aver corso come so, rubando palla o facendo salire la squadra. Domenica non chiedevo una bottiglietta d’acqua, ma una bombola di ossigeno. Mi sembrava di stare bene e aiutare i compagni, ma poi mi son reso conto di essere in debito d'ossigeno. Gli avversari? Siamo consapevoli che ormai gli avversari ci conoscono e non credo che ci sottovalutino
Le ultime battute dell'esterno napoletano sono per il tecnico Braglia: "Il mio rapporto con il mister è sempre stato buono, anche fuori dal campo. Se sbaglio però è giusto che mi rimproveri spronandomi a fare meglio”.