Pellegrini (ag. Di Carmine e Ciancio) a TJS: "Samuel vive di emozioni, Castellammare è l'ideale per lui. E su Simone..."

08.11.2013 11:30 di Francesco Somma Twitter:    Vedi letture
© foto di Luigi Gasia/TuttoJuveStabia.it
Pellegrini (ag. Di Carmine e Ciancio) a TJS: "Samuel vive di emozioni, Castellammare è l'ideale per lui. E su Simone..."

Statistiche alla mano, come già analizzato dalla nostra redazione, il giocatore più utilizzato da Piero Braglia è Samuel Di Carmine. Dodici gare su dodici per l'attaccante fiorentino che è a tutti gli effetti il punto di riferimento del trainer della Juve Stabia per il reparto offensivo. Contro il Modena, gara in programma domani alle ore 15.00 al "Menti", Di Carmine ci sarà nonostante la brutta botta rimediata in amichevole contro la Primavera. A rassicurare i tifosi ci pensa il suo procuratore, Alessandro Pellegrini, contattato in esclusiva dalla redazione di TuttoJuveStabia.it : "Sono colpi che fanno parte del gioco. Samuel ha rimediato una contusione alla spalla ma sarà regolarmente in campo domani". Solo due le marcature messe a segno finora dall'ex-Cittadella in questo primo quarto di campionato, un bottino sicuramente non entusiasmante a dispetto dell'indiscutibile impegno profuso in campo: "L'auspicio è che Samuel inizi a trovare più facilmente la via del gol - esclama Pellegrini - tuttavia l'attaccamento alla maglia ed il suo contributo alla causa gialloblu sono innegabili, tant'è che Braglia ha deciso di impiegarlo in tutte le gare che la Juve Stabia ha disputato finora. Samuel a Castellammare si è integrato perfettamente, anche perchè è uno che vive di emozioni ed in questo senso la piazza stabiese è l'ideale per lui. Non è da tutti prendersi la responsabilità di calciare un rigore dopo averne sbagliato uno pochi minuti prima. Questo gli fa onore e dimostra che ha la maturità giusta per non abbattersi dinanzi alle difficoltà che sta incontrando la squadra in questo primo scorcio di campionato". Un rigore, quello capitalizzato per il momentaneo 2-1, propiziato dall'ottimo suggerimento di Simone Ciancio, altro assistito di Pellegrini che si dice fiducioso circa il prosieguo del campionato del 26enne di Cologna Veneta: "Era partito molto bene e nelle prime uscite stagionali aveva offerto prestazioni davvero convincenti. Purtroppo un fastidioso infortunio al ginocchio l'ha inevitabilmente condizionato, ma ora si sta impegnando al massimo per riconquistare una maglia da titolare mettendo in difficoltà il mister nelle scelte". E sul momento negativo della squadra di Braglia? Pellegrini non ha dubbi: "Eccezion fatta per l'Empoli ed il Palermo, nessuno si è dimostrato superiore alle vespe. E' ovvio che alcuni giocatori sono in ritardo di condizione, essendo arrivati a Castellammare nell'ultimo giorno di mercato senza aver sostenuto alcuna preparazione precampionato, ma sono convinto che sia solo una questione di tempo e che il punto conquistato a Varese sia la base da cui ripartire".